Sessione internazionale digitale MEP - novembre 2020


Eccovi il feedback sulle due sessioni MEP tenutesi a novembre 2020. Come potete vedere il progetto è vivo e vitale e speriamo vivamente che i ragazzi delle terze si iscrivano numerosi!

 

Al seguente link, per farvi un’idea, troverete il libretto della sessione Regionale digitale di Novembre

http://bit.ly/Booklet-XVII-Regionale-ERT

 

Una grande soddisfazione, frutto di tanto impegno ed entusiasmo. Sono molto soddisfatta di aver partecipato come delegata italiana alla Sessione internazionale del MEP 2020. Purtroppo, a causa della pandemia, non è stato possibile trovarci tutti insieme a Stoccolma, come da programma, e la sessione è stata trasformata in digitale.

Un’esperienza inedita, che sicuramente non ci ha permesso di godere a pieno le possibilità che un simile evento poteva offrirci, privandoci del piacere di conoscerci di persona e condividere momenti insieme che, sono certa, sarebbero stati indimenticabili come quelli della Sessione nazionale di Napoli del 2019.

Le emozioni e l’ansia sono rimaste intatte, nonostante il filtro dello schermo, perché quando iniziano i lavori delle commissioni, l’adrenalina corre e si desidera ottenere dei buoni risultati. Certamente, una sessione svolta tutta in lingua inglese è molto impegnativa: oltre ad approfondire temi complessi, lo si deve fare in una lingua diversa dalla propria, confrontandosi con persone di altre nazionalità. Davvero una bella sfida!

All’inizio ero preoccupata, ma poi, poco per volta, ho capito che avevo le carte in regola per riuscire a dialogare con gli altri delegati europei. Sono contenta anche di aver avuto l’occasione di fare tre attacchi durante la plenaria, e ne avevo pronti molti altri! E’ chiaro che per arrivare a questo, occorre studiare gli argomenti con cura: un bell’impegno, considerato il programma intenso delle attività nei quattro giorni della sessione.  

Essere riuscita a superare le difficoltà che questo livello presentava mi ha sicuramente rafforzato e dato grande soddisfazione. Sono molto contenta in generale di tutto il percorso offertomi da  M.E.P. Italia perché mi ha aiutato a conoscere l’Europa, la sua struttura e il funzionamento delle sue istituzioni, oltre ad approfondire temi di grande attualità, facendomi sentire, insieme agli altri studenti italiani ed europei, parte di un mondo internazionale e senza frontiere.

di Alice Marasmi

 

La Sessione Regionale appena conclusasi, nonostante le difficoltà dovute alla modalità di svolgimento online, si è dimostrata tra le più competitive degli ultimi anni. La XVII Sessione tosco-emiliana di M.E.P. Italia si sarebbe dovuta svolgere a Modena; l’impossibilità di un incontro in presenza ha fatto spostare i lavori sulle ormai note piattaforme online, lasciando tutti  i partecipanti piacevolmente sorpresi dell’ottimo risultato. Tutti i delegati coinvolti, selezionati dalle 13 scuole partecipanti dell’Emilia Romagna e della Toscana, si sono impegnati con passione e dedizione per rendere l’edizione annua del progetto MEP un’esperienza pregevole ed educativa anche in questa forma inedita.

 La delegazione del Selmi, composta da 6 Delegati,Gaia Baruffi, Matilde Parmeggiani, Giulia Iotti, 4 P, Angelica Arcozzi, 4 Q, Gabriele Ramponi, 4 T e Rebecca Sfargeri , 4 E; 2 Presidenti di Commissione, Leandro Limoncelli, 5 I e Matilde Sacerdoti, 5 F e un membro dello Staff Silvia Paradisi, 5 F, ha contribuito al soddisfacente esito di questa settimana di estenuante di lavoro a distanza, distinguendosi positivamente sia nel corso dei Lavori di Commissione che durante l’Assemblea Plenaria.

La stagione autunnale porta con sé la presentazione di questo progetto alle classi terze, con il fermento che ne deriva in tutti coloro che conoscono e amano il MEP; l’intero comitato modenese, con particolare attenzione verso le eccellenze presenti nella nostra scuola, ripone grande fiducia nel consueto “passaggio di consegne” che avviene ogni anno. Un progetto così importante e longevo non meritava di cadere vittima della pandemia, e per fortuna così non è stato: la reazione è stata immediata e Modena ha dimostrato come, nonostante tutto, il MEP sia una delle priorità.

Ringraziamo A.P.S Model European Parliament Italia per l’ottima organizzazione nonostante la complessa situazione causata dall’emergenza sanitaria in atto.

di Leandro Limoncelli, Referente MEP per gli studenti