Un processo penale simulato in Comune per la classe 3^L


È quello che si è svolto lunedì 10 febbraio 2020, nella Sala di Rappresentanza del Comune di Modena, divenuta in quell’occasione un’aula giudiziaria, alla presenza dell’Assessora alle Pari opportunità, Istruzione, Sport, Prof.ssa Grazia Baracchi, e della Dirigente Scolastica dell’Istituto “F. Selmi”, Prof.ssa Margherita Zanasi, nell’ambito del progetto “Educare alle differenze per promuovere la cittadinanza di genere”.

Tale percorso è stato promosso dal Comune di Modena e realizzato dalla Commissione per le Pari opportunità del Comitato unitario permanente degli Ordini e dei Collegi professionali di Modena, rappresentati dalla Coordinatrice, Avv. Prof.ssa Mirella Guicciardi che ha guidato i ragazzi nella simulazione, assieme all’Avv. Enrico Fontana.

Le studentesse e gli studenti della 3^L del Liceo linguistico “F. Selmi”, con lodevole impegno ed entusiasmo, si sono calati nei ruoli degli avvocati della difesa e dell’accusa, dell’imputato, del Pubblico Ministero, dei testimoni e del Collegio giudicante, presieduto da un vero giudice del Tribunale di Modena, Dott.ssa Carolina Clò.

Il processo penale simulato per stalking e violenza ha rappresentato la conclusione del progetto, che si è articolato in una serie di laboratori e docenze, che avevano l’obiettivo comune di sviluppare negli studenti la capacità di riconoscere e di contrastare i fenomeni di violenza sulle donne e, più in generale, di discriminazioni.

Gli alunni erano accompagnati dalla Prof.ssa Mariacristina Razzoli, referente del progetto e funzione strumentale di “Cittadinanza e Costituzione”, nonché dalla Prof.ssa Rosa Sforza, funzione strumentale di “Cittadinanza e Costituzione” e dalla Prof.ssa Anna De Filippo, entrambe docenti della classe.

 

Alcune immagini del processo simulato

Processo simulato 2020